Public Programme
APRÈS LA LETTRE__SPEECH & EFFECT, NINA TABASSOMI e MARKUS SCHENNACH

APRÈS LA LETTRE__SPEECH & EFFECT
NINA TABASSOMI e MARKUS SCHENNACH

27 novembre 2018, ore 19

(La Mia Scuola di Architettura*10)

Nina Tabassomi e Markus Schennach presentano il resoconto di una serie di conferenze sul potenziale del linguaggio non discriminatorio tenutasi al TAXISPALAIS Kunsthalle Tirol.

Che cosa significa parlare in modo non discriminatorio? E perché non esiste un termine positivo per descrivere questo tipo di atto locutorio? Un’assenza sorprendente, dato che è comunemente noto come attraverso il parlare e denominare contribuiamo alla costruzione di realtà. Le regole linguistiche generalmente accettate sono il­ risultato di rapporti di potere e gerarchie consolidate ma infondate; regole che potenziamo e rinnoviamo ad ogni atto locutorio. Come possiamo­ cambiare il mondo intorno a noi scegliendo e utilizzando il nostro linguaggio con attenzione? Qual’è la nostra responsabilità quando parliamo a nome di un’istituzione?

Una serie di conferenze tenutesi nei mesi di luglio e agosto 2018 presso la TAXISPALAIS Kunsthalle Tirol da Amara Antilla, Matthias Dell, Nikita Dhawan, Marie-Luisa Frick, Koku G. Nonoa e Anatol Stefanowitsch, ha analizzato queste domande da un punto di vista filosofico, politologico, media-teorico, linguistico, e della scienza dell’arte e dello spettacolo. Nina Tabassomi e Markus Schennach, ideatori di questa serie, riepilogheranno le discussioni già tenutesi per esaminarle ulteriormente insieme al pubblico di ar/ge kunst a Bolzano.

 

Biografie:

Nina Tabassomi è curatrice e studiosa in Scienze del teatro. Dopo aver lavorato a Berlino (Based in Berlin e KW Institute for Contemporary Art), Kassel (Fridericianum) e New York (Ludlow 38), dall’inizio del 2017 è direttrice della TAXISPALAIS Kunsthalle Tirol. Ha curato le mostre collettive “Infrastructures of Pain”, “Accentisms” e “Sex”, nonchè le mostre personali di Maha Maamoun, Eric Baudelaire e Emeka Ogboh.

Markus Schennach è un media-attivista e politologo. Dopo aver lavorato come assistente sociale e come direttore del giornale di strada tirolese „20er“, è direttore della libera radio di Innsbruck FREIRAD dal 2003. Ha inoltre ricoperto diverse funzioni nel consiglio di amministrazione dell’associazione delle radio libere in Austria, di cui è anche stato presidente per otto anni.

CLOSE