Mostre
Exhibition view, Moltitudini-Solitudini, 2003 Exhibition view, Moltitudini-Solitudini, 2003

MOLTITUDINI-SOLITUDINI

7 Giugno - 2 Agosto 2003

Pier Paolo Campanini, Absalon, Loris Cecchini, Marco De Luca, Flavio Favelli
A cura di Sergio Risaliti

Exhibition view, Moltitudini-Solitudini, 2003

Exhibition view, Moltitudini-Solitudini, 2003

Non una mostra a tema, ma un tema che possa aprire nuove ipotesi e pertanto una serie di opere, che attingono ad ambiti diversi, ma che alla fine possono essere condotte ad un comune denominatore così come possono essere suddivise in nuclei di significato: opere che si confrontano più prettamente con situazioni spaziali ed architettoniche e mettono in scena vere e proprie “cellule d’abitazione” che tematizzano un complesso scambio tra dentro e fuori, io e mondo, tra cui troviamo lavori di Pierpaolo Campanini, Loris Cecchini, Atelier Van Lieshout, Costa Vece, Andrea Zittel e i video di Absalon; il rapporto duro, a volte violento con gli altri nei video di Francis Alÿs così come nelle opere di Canevari; la solitudine tout court, vista come momento di estraniazione dalla realtà e di esperienza solipsistica diversamente affrontata da Marco De Luca, Armin Linke, Sabrina Mezzaqui e Luca Vitone; la solitudine in mezzo alla folla esperita da Hassan Khan, Kim Sooja, Marco Vaglieri e Cesare Pietroiusti, l’emarginazione come effetto della moltitudine nelle fotografie di Anri Sala e nei video di Melik Ohanian. La moltitudine come indispensabile fardello, come condizione di necessario arricchimento o semplicemente come stato di caos in Letizia Cariello, Lara Favaretto, Domenico Mangano e gli Stalker.

Exhibition view, Moltitudini-Solitudini, 2003

Exhibition view, Moltitudini-Solitudini, 2003

Come sfondo del progetto la città di Bolzano, incrocio di culture, culla di moltitudini, ma al contempo baluardo di solitudini. La mostra si snoderà tra le sale del Museo d’arte moderna e contemporanea di Bolzano, ma anche in diversi spazi della città come l’EURAC (Accademia Europea), Carambolage, la posta centrale, cortili interni, banche, aeroporto, università, piscina comunale).
Saranno presentate opere inedite a fianco di altre già realizzate di personalità sia nazionali che internazionali offrendo un articolato programma di video, fotografie, installazioni e pittura.
In occasione dell’inaugurazione avrà luogo una performance di Marcello Maloberti.

CLOSE